SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

lunedì 7 gennaio 2013

Daruma-View Incontra Rob Zombie

Giudizio Film 

117302a

Grazie alla Notorious Pictures, neonata etichetta di produzione e distribuzione cinematografica romana, e alla collaborazione di Coming Soon abbiamo avuto la possibilità di partecipare all’ultima data del tanto chiacchierato Twins Of Evil Tour 2012 che ha visto, incredibilmente, sul palco la presenza di due artisti che mal si sopportano nella vita di reale: Rob Zombie e Marilyn Manson. Ben due Headliner hanno calpestato il palco dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) il 12 dicembre 2012.

Rob Zombie_Alberto Baldassarri 2012

Sorvolando sull’aspetto musicale, su chi sia più bravo o più commerciale, vorrei spendere due parole sulla prestazione live del duo. Il buon Rob “Fucking” Zombie ha completamente oscurato lo show sterile di un permalosissimo Reverendo Manson, a detta di molti deluso e seccato dalla poca partecipazione del pubblico. E’ vero, erano presenti più bagarini all’esterno che spettatori all’interno di una freddissima Unipol Arena, tuttavia non posso esimermi da bacchettare il, per me ormai quasi ridicolo, Reverendo. Band di supporto ridotta al minimo, cori delle canzoni quasi totalmente assenti, comportamento svogliato, canzoni suonate due giri più lente degne del miglior liscio romagnolo. Caro il mio anticristo, il primo che deve credere nel personaggio, vincente negli anni d’oro, sei tu! Il pubblico non ti può aiutare, oltre le 40 euro spesi più il viaggio, per assistere ad uno spettacolo breve (poco più di 1 ora) e senza energia. Di tutt’altro spessore lo show messo in scena da Rob Zombie. Uno spettacolo strabiliante, fatto di luci e ospiti fissi sul palco che andavano da alieni giganti a zombie e robot. Un live breve ma intenso, durante il quale il  regista/cantante americano ha dichiarato di voler dare tutto al suo pubblico. Ci è riuscito nettamente e di brutto.

Meet_and_Greet_Rob_Zombie2Per Zombie questo tour è stata anche l’occasione di incontrare i giornalisti per la presentazione del suo prossimo film “Le streghe di Salem” che sarà distribuito in Italia dalla “NOTORIOUS PICTURES” organizzatrice del incontro.  Anche noi di Daruma eravamo presenti all’incontro/intervista. Cresciuto nel Massachusetts, Rob è da sempre attratto dall’argomento delle streghe di Salem, per il quale ha scritto una base per una sceneggiatura di ben 30 pagine rimasta chiusa in un cassetto per anni. Presentato come un horror in realtà è stato concepito come un vero e proprio enorme dramma psicologico.

 

 

 

Un lavoro più artistico e personale rispetto ai suoi ultimi lavori. A detta del nostro Zombie il grande pubblico non è più abituato e non ha più la pazienza di guardare film in qualche modo operistici di autori come Kubrick, a cui lui si è ispirato, (con le dovute distanze tecniche e artistiche) per le parti oniriche del film. Una pellicola a basso costo girata in soli venti giorni che soffre, per stessa ammissione del buon Roberto, di uno stile registico non adatto al poco tempo concesso.  Per l’intervista completa vi rimandiamo alla bellissima video intervista di comingsoon.it dal quale queste affermazioni sono tratte.

Meet_and_Greet_Rob_Zombie

Per noi Zombie si è contraddistinto per essere un personaggio completamente fuori le righe. Alloggiando nei pressi della stazione di Bologna abbiamo avuto l’occasione di incontrarlo direttamente sotto il suo albergo insieme alla moglie Sheri Moon, gran bella signora. Ad onor del vero va detto che se non fosse stato per la statuaria signora Zombie non avremmo nemmeno riconosciuto il buon vecchio Rob struccato e vestito come uno dei tanti senzatetto presenti alla stazione Termini di RomaXD. Tuttavia nonostante la mirabolante carriera è un personaggio gentilissimo e alla mano, caratterizzato dall’abuso della parola "fucking" usata persino di fronte ai nostri occhi divertiti per domandare al suo manager dove avesse preso quella "fucking" pizza in quel di Bologna. Nota dolente della serata l’organizzazione da denuncia del comune e dell’agenzia che ha gestito l’evento.  Dalle ore 23,00 l'Unipol Arena non è più raggiunta da nessun mezzo pubblico. Agli spettatori quindi è permesso di rientrare nella città di Bologna solo tramite mezzo privato o pagando un salatissimo taxi. Non la migliore delle scelte quando in strada ci sono quasi 4 gradi sotto lo zero. Fortunatamente abbiamo usufruito di un passaggio provvidenziale di due gentilissimi ragazzi di zona che ci hanno scortato fino a Bologna. A noi non resta che ringraziare ancora una volta la Notorius Pictures e naturalmente Coming Soon per questa splendida opportunità. Un esperienza divertente e soddisfacente che non poteva non meritare questo piccolo spazio sul blog.

Daruma-View e Rob Zombie

 

Incontro Rob Zombie - Daruma View (Unipol Arena)

 

La casa del diavolo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.