SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

martedì 5 giugno 2012

Speciale - Disney Classici al Cinema 2012

Giudizio Film 

Dal 9 Giugno al 1 Luglio 2012, con una programmazione speciale, partirà l'iniziativa Disney Classici al Cinema, le avventure di Pongo e Peggy, i simpatici Dalmata de La Carica dei 101, La Bella e la Bestia, per la prima volta assoluta in 3D, e la romantica storia di Cenerentola, arrivano in circa 150 sale italiane.




Grazie alla meravigliosa invenzione delle anteprime gratuite ho avuto la possibilità di rivedere tre grandi classici Disney sul grande schermo.


 La Carica dei 101
"Oh Pongo, vecchio briccone!!!"


USCITA CINEMA: 09/06/2012
REGIA: Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wolfgang Reitherman
SCENEGGIATURA: Bill Peet
MONTAGGIO: Roy M. Brewer Jr., Donald Halliday
MUSICHE: George Bruns
GENERE: Animazione, Commedia, Avventura
PAESE: USA 2012
DURATA: 79 Min
FORMATO: Colore 

Versione rimasterizzata del film Disney del 1961







Trama:

Rudy Radcliff, giovane compositore di canzoni ancora alle prime armi, possiede un cane dalmata, Pongo, indubbiamente dotato di maggiore spirito d'iniziativa del suo padrone. Infatti, convinto che essere celibe non sia un vantaggio né per se e né per il suo proprietario, Pongo fa in modo che questi conosca Anita, una graziosa ragazza che possiede una cagnetta dalmata, Peggy, e l'incontro si risolve ben presto in un duplice matrimonio. La giovane sposa ha un'amica insopportabile ed invadente, Crudelia, che ha in mente un infame progetto: confezionarsi una pelliccia di cane dalmata. Quando Peggy dà alla luce una cucciolata, Crudelia chiede i piccoli a Rudy ed Anita ma se li vede rifiutare così, decisa ad averli lo stesso, li fa rapire da due loschi figuri. Quando le ricerche della polizia si dimostrano vane, Pongo ricorre all'aiuto dei suoi simili e grazie ad un efficace e velocissimo servizio di trasmissione delle notizie, la sua richiesta giunge ad un ben assortito trio di animali (un cane, un gatto ed un cavallo) che esplicano funzioni di polizia in un remoto angolo della campagna inglese.


Commento:

Ottimo restauro per il diciassettesimo classico d’animazione della Disney. Primo film ad usare il metodo Xerox  creato dall’animatore e fumettista statunitense Ubbe Ert Iwwerks.  Questa tecnica permise di duplicare il numero dei cuccioli dalmata in modo economico. Come ogni grande classico che si rispetti la pellicola non risente per nulla del peso degli anni, i personaggi sono ancora simpatici e graffianti come un tempo. La malefica e statuaria Crudelia,  gli scapestrati  Orazio e Gaspare, il simpaticissimo Ruby . Come non tenere in considerazione infine i geniali protagonisti a quattro zampe come: il Colonnello o il Sergente Tibbs!? Uno dei primissimi film d’animazione che mise d’accordo pubblico e critica sulla possibilità di offrire un prodotto completo non solo per bambini. Inseguimenti, fughe sulla neve riprese di peso dai film bellici, satira. In poche parole: Un capolavoro. 


Pro. 
Un grande Classico.
 
Contro. 
Lasciarsi scappare la possibilità di guardarlo al cinema.





La Bella e La Bestia 3D
Perché la vera bellezza si trova nel cuore”

USCITA CINEMA: 13/06/2012
GENERE: Animazione
REGIA: Gary Trousdale, Kirk Wise
SCENEGGIATURA: Linda Woolverton
MONTAGGIO: John Carnochan
MUSICHE: Alan Menken
PRODUZIONE: Walt Disney Pictures
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures
PAESE: USA 2012
DURATA: 87 Min
FORMATO: Colore 3D


Versione rimasterizzata e in 3D dell'omonimo film Disney del 1991


Trama:

Belle, una bella ragazza francese sogna di sfuggire alla tediosa vita provinciale e alle avances del suo arrogante corteggiatore Gaston. La vita di Belle cambia improvvisamente quando si ritrova prigioniera nel castello della Bestia, il cui passato misterioso è la chiave del loro futuro.


Commento:

Risplende a nuova luce questa nuova riproposta disneyana, sarà bene subito affermare che il tanto decantato effetto tridimensionale offre poco sotto l’aspetto della terza dimensione (solo profondità di campo) tuttavia però esalta in modo incredibile i colori e le ambientazioni di questo grande classico. La versione in chiave animazione della favola di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont è ispirata alle classiche commedie musicali di Brodway. Trionfo dei sogni e dei buoni sentimenti, la pellicola è addolcita da tantissime canzoni (2 gli oscar per la colonna sonora) . Meno riuscito sotto il profilo artistico resta tra i titoli più famosi ed importanti anche in termini economici per la casa di Zio Walt. Il 3D è come al solito più una mossa commerciale eppure trovo genuina la possibilità di far rivivere a grandi e piccini la magia di questo classico. Semplici e dirette le morali proposte: la moglie non può e non deve essere un trofeo da mostrare e, la più riuscita e importante, le apparenze ingannano.  Operazione di Marketing azzeccatissima.


Pro.
L'orologio Tookins, il candeliere Lumière, Mamma teiera.

Contro.
A mio modesto parere si canta troppo.



Cenerentola
 "I Sogni son desideri"

USCITA CINEMA: 30/06/2012
REGIA: Wilfred Jackson, Hamilton Luske, Clyde Geronimi
SCENEGGIATURA: Ken Anderson, Homer Brightman, Winston Hilbler, Bill Peet, Erdman Penner, Harry Reeves, Joe Rinaldi, Ted Sears, Kendall O'Connor, Lance Nolley, Hugh Hennesy, Tom Codrick, Don Griffith
MONTAGGIO: Donald Halliday
MUSICHE: Mack David, Al Hoffman, Jerry Livingston, Paul J. Smith, Oliver Wallace
GENERE: Animazione
PAESE: USA 2012
DURATA: 74 Min
FORMATO: Colore


Versione rimasterizzata del film Disney del 1950



Trama: 

La fiaba vede la giovane orfanella degradata al rango di serva per mano di una matrigna crudele e delle sue sorellastre Anastasia e Genoveffa. L'abitudine di sedere accanto alla cenere del focolare di casa le vale il titolo di "Cenerentola". Le angherie sono all'ordine del giorno, ma la protagonista sopporta con pazienza, complice una schiera di animaletti che le dispensano incoraggiamenti. L'occasione per un futuro migliore arriverà con un ricevimento indetto dal re.....


Commento:

Terzo e ultimo appuntamento con i grandi classici Disney di ritorno sul grande schermo. Anche questa volta restauro perfettamente riuscito con colori tornati a nuova vita. Trasposizione animata della fiaba di Cenerentola, favola longeva riproposta in versioni differenti in più parti del mondo. Naturalmente la versione di zio Walt è ispirata ai più noti adattamenti  dei Fratelli Grimm e Charles Perrault. Ci troviamo al cospetto di un evergreen intramontabile, riproposto con la classica magia disneyana di un tempo.  Personaggi memorabili come il gatto lucifero, il topino Gas Gas, la fata madrina e canzoni diventate il testamento musicale di intere generazioni di aspiranti principesse. Un Classico.


Pro. 
Ottimo restauro.
Testamento musicale di intere generazioni di aspiranti principesse

Contro. 
Molte le differenze con le fiabe originali.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.