SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

mercoledì 28 settembre 2011

Drive - Cinque Minuti

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 30/09/2011
REGIA: Nicolas Winding Refn
SCENEGGIATURA: Hossein Amini
ATTORI: Ryan Gosling, Carey Mulligan, Bryan Cranston, Albert Brooks, Oscar Isaac, Christina Hendricks, Ron Perlman, Kaden Leos.

FOTOGRAFIA: Newton Thomas Sigel
MONTAGGIO: Matthew Newman
MUSICHE: Cliff Martinez
PRODUZIONE: Bold Films, Odd Lot Entertainment, Marc Platt Productions, Seed Productions
DISTRIBUZIONE: 01 Distibution
PAESE: USA 2011
GENERE: Azione, Drammatico
DURATA: 100 Min
FORMATO: Colore 2.35 : 1

Sito Italiano

Tratto dal romanzo di James Sallis 
Premio per la miglior Regia al Festival di Cannes 2011

Trama:

Ryan Gosling interpreta il ruolo di un autista di macchine di Los Angeles, che di giorno lavora come stuntman per le produzioni cinematografiche, mentre di notte guida le auto nel corso delle rapine. Driver è per natura un lupo solitario, eppure non riesce a fare a meno di innamorarsi di Irene, la sua affascinante vicina, una giovane ed indifesa madre che dopo il ritorno del marito dal carcere, Standard, si ritrova invischiata in un pericoloso giro criminale. In seguito ad una rapina andata male, il cui scopo era ottenere il denaro necessario a Standard per pagare il pizzo, Driver si trova costretto ad agire per difendere la ragazza di cui è innamorato, mentre è inseguito da una pericolosa organizzazione di criminali.


  
Commento:

Un uomo, un'auto, quattro ruote, tante strade. Tanti indirizzi diversi per una pellicola che si mostra come una favola moderna in cui il principe azzurro salva la sua principessa a cavallo della sua 4 ruote. Refn ci guida in questo suo nuovo confronto con la difficoltà di rapportarsi con gli altri. Al contrario di quello che dichiara il suo personaggio, il regista danese sarà presente al nostro fianco 1 minuto prima e 1 minuto dopo gli eventi scatenanti, dove ci lascerà completamente disarmati di fronte alla follia e alla violenza del momento. Un film adrenalinico, ma assolutamente lontano dai canoni del sempre più massificato blockbuster hollywoodiano.


 Un ragazzo tormentato interpretato in maniera assolutamente riuscita da un Glosing perfetto nella parte, la sua anima violenta incalza minuto dopo minuto e emerge al cospetto di una pellicola che si mostra a tratti dolce e successivamente amara e letale. Aiutato da una strepitosa colonna sonora, che ricorda gli anni 80, il film non lascia di certo indifferenti. Lo sguardo attento del regista danese si muove in una Los Angeles quasi irriconoscibile figlia di una attenta ricostruzione ad opera di Rayan Gosling in veste di location scout.


 Naturalmente il film non è perfetto e per molti non sarà facile uscire dai canoni del film d’azione nè tantomeno leggerne il sottotesto ragione per cui probabilmente ne resteranno delusi tuttavia Refn non ha nessuna intenzione di proporre un canonico piatto del giorno. Drive conferma le premesse di pellicola ponte tra un promettente passato e un futuro roseo di un regista che sa plasmare la violenza ad uso e consumo dei suoi personaggi.  Come una fiaba dei fratelli Grimm tutto comincia in un modo poetico e innocente per poi trasformarsi in qualcosa di brutale, per poi comunque finire bene. Un uso della violenza per estremizzare emozioni spesso sopite nella mente degli spettatori.


Pro.
Realizzazione tecnica sublime.
Ryan Gosling perfetto.


Contro.
Trama scontata e assolutamente non originale.







2 commenti:

  1. un film bellissimo, uno di quei film che ti lasciano una sorta di languore dentro, un pò come 'lezioni di piano', 'stay', 'the tree of life'...i tempi perfetti e le magnifiche interpretazioni fanno dimenticare una trama davvero un pò scontata. Colori poetici, colonna sonora epica...Gosling non ne sbaglia una, è sempre una certezza...love it!!!

    RispondiElimina
  2. Colonna sonora perfettamente in armonia con le immagini

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.