SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

lunedì 25 luglio 2011

The Descent Part 2

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: NO
REGIA: Jon Harris
SCENEGGIATURA: J Blakeson, James McCarthy, James Watkins
ATTORI: Shauna Macdonald, Natalie Jackson Mendoza, Krysten Cummings, Gavan O'Herlihy, Joshua Dallas, Douglas Hodge, Anna Skellern, Nora-Jane Noone, Myanna Buring, Saskia Mulder, Alex Reid, Axelle Carolyn, Doug Ballard, Michael J. Reynolds


FOTOGRAFIA: Sam McCurdy
MONTAGGIO: Jon Harris
PRODUZIONE: Celador Films
PAESE: Gran Bretagna 2009
GENERE: Horror, Thriller, Avventura
DURATA: 94 Min
FORMATO: Colore

Note:  Sequel del film The Descent diretto nel 2005 da Neil Marshall.
Trama:
Sconvolta, ferita e coperta di sangue dei suoi compagni scomparsi, Sarah Carter riesce a fuggire da sola dalle profondità dalle caverne degli Appalachi nel quale era rimasta in trappola. Incapace di riuscire a spiegare alle autorità cosa sia realmente accaduto, Sarah è costretta a riscendere nel sottosuolo per aiutare a localizzare il resto del gruppo.



Commento (del 19 Agosto 2010):


The Descent: Part : è un degno seguito del primo capitolo ottimamente girato da Neil Marshall (qui nelle vesti di produttore esecutivo) che fu tra le più belle sorprese horror degli ultimi 5 anni. Ancora inedito in Italia (il film è del 2009) merita sicuramente la visione anche solo per sapere che fine ha fatto Sarah. Buio, Silenzi, Rumori e Spazi ristretti gli ingredienti del capitolo precedente ci sono ancora tutti.

Pro.
Degno seguito del precedente.
Buon Ritmo e colpi di scena.

Contro.
Non ci sono novità.
Presenta qualche ambiguità con il precedente capitolo.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.