SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

domenica 8 settembre 2013

Il Sospetto – Cronaca di una moderna caccia alle streghe

Giudizio Film 

Il Sospetto – Cronaca di una moderna caccia alle streghe

USCITA CINEMA: 22/11/2012
GENERE: Drammatico
REGIA: Thomas Vinterberg
SCENEGGIATURA: Tobias Lindholm
ATTORI: Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Annika Wedderkopp
FOTOGRAFIA: Charlotte Bruus Christensen
MUSICHE: Nikolaj Egelund
PRODUZIONE: Zentropa Entertainments in coproduzione con Film i Väst
DISTRIBUZIONE: BIM
PAESE: Danimarca 2012
DURATA: 115 Min
FORMATO: Colore

 

 

 

 

 

Trama:

Dopo un difficile divorzio, il quarantenne Lucas ha una nuova compagna e un nuovo lavoro, e sta finalmente recuperando il rapporto col figlio adolescente, Marcus. Ma qualcosa va storto. Durante le feste natalizie, una storia inventata, una bugia qualsiasi si diffonde come un virus. Lo shock e i sospetti prendono il sopravvento e la piccola comunità viene travolta da un'ondata di isteria collettiva, mentre Lucas combatte una battaglia solitaria per difendere la sua vita e la sua dignità.

il sospetto 1

Commento:

Ultimo film scritto, diretto e prodotto da Thomas Vinterberg, uno dei fondatori del Dogma 95, movimento cinematografico creato e fondato su precise regole scritte tanto care anche al suo compagno di merenda Lars Von Trier, che in realtà non sono mai state rispettate realmente ma interpretate da ogni autore in modo autonomo.

In concorso al Festival di Cannes del 2012, l’opera ha vinto il premio come migliore interpretazione maschile grazie alla prova di un perfetto Mads Mikkelsen capace di bucare lo schermo per sobrietà ed espressività. Un commovente e brutale ritratto di una vita spezzata da un’inquietante bugia, un dramma di un uomo innocente colpito da pettegolezzi e malignità. Un’accusa che si diffonde rapidamente come un virus virale, trasformando la pacifica cittadina danese in una isterica comunità di violenti giustizieri. L’orrore generato da un semplice sospetto da inizio ad una moderna caccia alle streghe.

il sospetto 2

Ambientato nella bianca e pacifica neve di dicembre è un terrificante affresco  dell’incredibile facilità con la quale la collettività, accecata dalla proiezione del male verso un unico individuo, sia in grado di scaturire in violente reazioni . Una pellicola forte e provocatoria che si avvale di una sceneggiatura intelligente abile nel tratteggiare la tensione di un dramma in crescendo, e sviluppata completamente da un unico, e insolito, punto di vista, quello del sospettato. Sorretta da un’interpretazione di MIkkelsen stratosferica “La caccia”, traduzione letterale del titolo originale,  è una discesa all’inferno verso inquietanti paure. Grazie ad un ritmo ferocemente scandito,Vinterberg, permette allo spettatore di considerare con attenzione come il pettegolezzo, nato da una bugia, possa diventare un’ignobile "verità" e determinare orribili risvolti umani.

Il regista danese affronta, con un ritorno alla pulizia stilistica degli esordi, temi ampi come l’incontrollabilità del pensiero umano, di come le malignità incontrollate siano capaci di cambiare l’identità di una persona che da benvoluto da tutti diventa oggetto di diffamazioni e soprusi. Opera insolita che pone sconcertanti domande sulle reali reazioni che dovremmo mantenere nelle situazioni che minacciano la nostra vita. Credere ciecamente a tutto quello che ci raccontano i nostri cari?? O Lasciare sempre socchiusa la porta del dubbio?? Duro da digerire ciò nondimeno irrinunciabile.

il sospetto 3

Pro.

  • Mads Mikkelsen stratosferico.
  • Inquieta e invita a riflettere.
  • Terrificante nella sua normalità.

Contro.

  • La mancanza di attori di richiamo e il ritmo forzatamente dilatato possono distogliere l’attenzione allo spettatore indisciplinato.

 

per visualizzare il trailer clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.