SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

mercoledì 27 luglio 2011

Transformers 3 – Il primo sbarco sulla Luna

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 29/06/2011
REGIA: Michael Bay
SCENEGGIATURA: Ehren Kruger
ATTORI: Shia LaBeouf, Rosie Huntington-Whiteley, Patrick Dempsey, John Malkovich, Ken Jeong, Frances McDormand, John Turturro, Tyrese Gibson, Kevin Dunn, Ramon Rodriguez, Alan Tudyk, Josh Duhamel, Julie White, Frank Welker, James Avery, Peter Cullen


FOTOGRAFIA: Amir M. Mokri
MONTAGGIO: Roger Barton, William Goldenberg
MUSICHE: Steve Jablonsky
PRODUZIONE: DreamWorks SKG, Hasbro, Paramount Pictures
DISTRIBUZIONE: Universal Pictures
PAESE: USA 2011
GENERE: Azione, Fantascienza, Avventura
DURATA: 157 Min
FORMATO: Colore 2.35 : 1
 
 
Trama:
 
Optimus Prime e i suoi fedeli Autobot sono di nuovo in azione per combattere i pericolosi Decepticon, intenzionati a conquistare lo spazio tra Stati Uniti e Russia per vendicare l’ultima sconfitta subita. Ancora una volta, toccherà all’umano Sam Witwicky (Shia LaBeouf) andare in aiuto dei suoi amici robot. Questi dovranno vedersela con un nuovo, temibile nemico: Shockwawe, tiranno di Cybertron, ha infatti conquistato il pianeta natale dei Transformers dopo la loro caduta” sulla Terra e non ha alcuna intenzione di fermarsi lì.


Commento:

Non c’è due senza tre. Michael Bay torna con il terzo capitolo della saga dei robottoni Hasbro, dove si prende il lusso di riscrivere la storia americana e mondiale con un nuovo sbarco sulla Luna. Centocinquantasei  minuti di ironia, azione e effetti speciali che in parte posso annichilire gli spettatori soprattutto i poco favorevoli al vizio di Bay di non porsi limiti al uso di frasi e momenti epici da cartolina a stelle e strisce. Un tripudio di sequenze ormonali che faranno felici i fan del cinema d’intrattenimento e naturalmente scontenti tutti quelli che dal cinema chiedono anche altro. La formula è sempre la stessa, così come sempre gli stessi i limiti della saga. Divertente l’idea di mostrare la precarietà lavorativa americana con un Sam Witwicky alla ricerca di un lavoro nonostante la medaglia al valore ricevuta dal presidente Obama come salvatore del Mondo. Una trama semplice ma allo stesso tempo solida, fa di questo terzo capitolo il migliore dopo il primo. Personalmente la mia idea è che se una pellicola riesce nel suo intento, non mi pongo tante domande o problemi. Vedo questi film solo e puramente in ottica di intrattenimento per serate a cervello off . Il resto sono chiacchiere da bar. Nulla di nuovo sotto il sole ma comunque intrattiene; almeno i Fan.

Rosie Huntington Whiteley 
Pro.
Spettacolo visivo.
Ironia di alcuni personaggi.

Contro.
Nelle scene di guerra spesso si fatica ad individuare  buoni e i cattivi.
Manca la fisicità (come presenza scenica) della Megan Fox .
Qualche taglio in cabina di montaggio ci stava bene.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.