SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

venerdì 23 novembre 2012

7 Psicopatici – I proprietari di animali sono malati mentali??

Giudizio Film 

7 Psicopatici – I proprietari di animali sono malati di mentali

USCITA CINEMA: 15/11/2012
GENERE: Commedia, Giallo
REGIA: Martin McDonagh
SCENEGGIATURA: Martin McDonagh
ATTORI: Colin Farrell, Woody Harrelson, Abbie Cornish, Sam Rockwell, Christopher Walken, Olga Kurylenko, Tom Waits, Gabourey 'Gabby' Sidibe, Kevin Corrigan, Zeljko Ivanek.
FOTOGRAFIA: Ben Davis
MONTAGGIO: Lisa Gunning
MUSICHE: Carter Burwell
PRODUZIONE: Blueprint Pictures
DISTRIBUZIONE: Moviemax
PAESE: Gran Bretagna, USA 2012
DURATA: 110 Min
FORMATO: Colore
VISTO CENSURA: VM14
Sito Italiano
Sito Ufficiale

 

 

 

Trama:

Marty (Colin Farrell) è uno sceneggiatore alla disperata ricerca di ispirazione per uno script, Sette psicopatici, sul quale sta lavorando. L’uomo viene coinvolto nei piani di Billy (Sam Rockwell) e Hans (Christopher Walken), che progettano sequestri canini. Le cose prendono una brutta piega quando l’adorato cagnolino del gangster Charlie scompare…

WC9V4862.CR2

Commento:

Seconda prova per il regista sceneggiatore Martin McDonagh, che conferma in gran parte il suo talento dopo il sorprendente “In Bruges – La Coscienza dell’assassino” del 2008. Alla voce "squadra che vince non si cambia" il regista inglese, ma di chiare origini irlandesi, conferma tra i protagonisti il camaleontico Colin Farrell circondato da un vastissimo carnet di stelle che vanno da Sam Rockwell a Tom Waits passando per Christopher Walken a Woody Harrelson. Attori dannatamente sopra le righe danno vita ad una storia con spunto non originale ma sicuramente cinica e ironica. Una commedia in salsa pulp tanto cara al pubblico di matrice tarantina. In realtà la pellicola di MCDonagh sembra in parte una parodia demenziale del cinema in questione che si snoda in giusta misura tra Tarantino e Guy Ritchie. Non fraintendete quanto ho appena affermato, l’opera si colloca a perfezione in questa descrizione perché citazionista ma emerge grazie ad un umorismo misto alla malinconia di fondo, tutta farina del suo sacco. Un respiro profondamente cinico e ironico del tutto personale.

7 Psicopatici 1

Abile nell’oscillare tra l’umorismo spiccato e pallottole fumanti è un film non facile, che può essere amato ma anche odiato. Basti pensare che durante la visione ho visto andare via ben 3 coppie di spettatori. Creato come un racconto nel racconto, la trama vede uno sceneggiatore alla ricerca di idee per un film su 7 psicopatici. Una struttura a scatole cinesi che da sempre è croce e delizia per gli spettatori meno smaliziati. La durata di quasi due ore infine non giova nei confronti di chi dal cinema richiede una certa linearità negli eventi. Ferocemente divertente prenderà spazio nel cuore degli appassionati per la caratterizzazione dei protagonisti fuori di testa, colpi di scena bizzarri e interpretazioni da applausi, Roclwell e Walken su tutti. MCDonagh con intelligenza tramuta quello che per molti può essere un semplice esercizio di stile in una black comedy intelligente con una sceneggiatura per buona parte brillante. Curiosità Mickey Rourke fu scelto per un ruolo del film, ma all’avvio delle riprese abbandonò il progetto per incomprensioni con il regista. Destinato alla distribuzione “direct to video” il film ha ottenuto ben presto una distribuzione cinematografica a livello mondiale. Del tutto meritata.

7 Psicopatici 2

Pro.

  • Ironico e Divertente.
  • Protagonisti fuori di testa.

Contro.

  • Struttura a scatole cinesi non di facile presa.
  • Non per tutti.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.