SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

domenica 13 febbraio 2011

Il discorso del re - Un idea semplice per stupire

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 28/01/2011
REGIA: Tom Hooper
SCENEGGIATURA: David Seidler
ATTORI: Colin Firth, Guy Pearce, Helena Bonham Carter, Timothy Spall, Geoffrey Rush, Jennifer Ehle, Derek Jacobi, James Currie, Tim Downie, Michael Gambon, Anthony Andrews, Eve Best, Claire Bloom
FOTOGRAFIA: Danny Cohen
MONTAGGIO: Tariq Anwar
MUSICHE: Alexandre Desplat
PRODUZIONE: See Saw Films, Bedlam Productions
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
PAESE: Australia, Gran Bretagna 2010
GENERE: Drammatico, Storico
DURATA: 111 Min
FORMATO: Colore 1.85 : 1 
 
 
 
 
Trama: 
 
Dopo la morte di suo padre Re Giorgio V (Michael Gambon) e l'abdicazione di suo fratello Edoardo VIII (Guy Pearce), Bertie (Colin Firth), che soffre da tutta la vita di una forma debilitante di balbuzie, viene incoronato Re Giorgio VI d'Inghilterra. Con il suo paese sull'orlo della II Guerra Mondiale e disperatamente bisognoso di un leader, sua moglie, Elisabetta (Helena Bonham Carter), la futura Regina Madre, organizza al marito un incontro con l'eccentrico logopedista Lionel Logue (Geoffrey Rush). Dopo un inizio burrascoso, i due si mettono alla ricerca di un tipo di trattamento non ortodosso, finendo col creare un legame indissolubile.
 
 
Commento:

Dopo il Maledetto United Tom Hopper si conferma un ottimo narratore di storie, dal tratto semplice ma non banali, che ricordano ancora una volta la magia del cinema. Il Duca di York ( Colin Firth ) secondogenito di re Giorgio V è afflitto dall'infanzia da una grave forma di balbuzie, che deve assolutamente curare con l'avvento delle radio nuovo mezzo per il contatto con il regno. Lo soccorrono la sua deliziosa e premurosa moglie Lady Lyon (Helena Bonham Carter ), e il logopedista Lionel Logue (Geoffrey Rush) con tecniche poco convenzionali. Tratto da una storia vera, il film mostra tutta la bravura di attori eccezionali sopratutto con le prove di Firth e di un simpaticissimo e bravissimo Rush, divertente anche senza i panni del suo pirata di successo Barbossa. Un film che vede troppe candidature agli oscar (ben 12) ma sicuramente ne merita molte. Non è da tutti divertire e raccontare con questa classe.


Pro. 
Interpretazioni dei protagonisti.
Ricostruzione Storica quasi perfetta.

Contro.
Tema non colpisce l'attenzione di tutti.



 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.