SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

lunedì 25 luglio 2011

ONG BAK 3 - Un salto indietro lungo mille anni

Giudizio Film 
Diretto da:     Tony Jaa; Panna Rittikrai
Prodotto da:     Tony Jaa; Panna Rittikrai
Scritto da:     Tony Jaa; Panna Rittikrai
Protagonisti:     Tony Jaa; Dan Chupong
Musiche di:     Terdsak Janpan
Cinematografia:     Nuttawut Kittikun
Montaggio di:     Saravut Nakajul; Nuttawut Kittikun
Distribuito da:     Shaw Organizzazione
Data di uscita (s):     5 Mag 2010 (Thailandia)
Tempo di esecuzione:     95 minuti
Paese:     Thailandia
Lingua:     Thai -Inglese


  Trama:

Ong Bak 3 inizia con la perdita da parte di Tien della sua abilità nel combattere. Tien (interpretato da Tony Jaa) imprigionato, torturato atrocemente e infine assassinato dai suoi nemici, riesce a tornare in vita grazie ai mistici di un villaggio. Quando finalmente è in grado di raggiungere il Nathayut la sua forza è messa alla prova ancora una volta, quando i suoi rivali ritornano per uno scontro finale.




Commento (del 16 Aogosto 2010):

Sicuramente da un senso al secondo capitolo^^ Il riferimento al primo è più evidente, le scene d'azione sono come sempre degne di nota e Petchtai Wongkamlao torna con una delle sue interpretazioni idioteXD! Però vi prego levate il potere decisionale a Tony Jaa, come regista e sceneggiatore rende veramente poco, la fuga spirituale nella foresta di 2/3 anni fa non ha portato i benefici sperati! Il film respira in una spiritualità che fuori dalla Thailandia sarà di difficile comprensione. Rivoglio Prachya Pinkaew dietro alla camera^^



Pro.

Da un senso al secondo capitolo

Coreografie dei combattimenti esaltanti

Contro.
Spiritualità Orientali per pochi
Trama Inutile





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.