SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

venerdì 2 dicembre 2011

Il Giorno In Più - La crisi dei quaranta

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 02/12/2011
REGIA: Massimo Venier
SCENEGGIATURA: Massimo Pellegrini, Federica Pontremoli, Fabio Volo, Massimo Venier
ATTORI: Fabio Volo, Isabella Ragonese, Pietro Ragusa, Stefania Sandrelli, Roberto Citran, Luciana Littizzetto, Jack Perry, Camilla Filippi, Lino Toffolo, Paolo Bessegato, Valeria Bilello, Roberta Rovelli, Anna Stante, Irene Ferri, Hassani Shapi

FOTOGRAFIA: Paolo Carnera
MONTAGGIO: Walter Fasano
MUSICHE: Paolo Buonvino, Giuliano Taviani
PRODUZIONE: ITC in collaborazione con Rai Cinema
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
PAESE: Italia 2011
GENERE: Commedia, Sentimentale
DURATA: 123 Min
FORMATO: Colore 

Sito Ufficiale

 Tratto dall'omonimo romanzo di Fabio Volo

Trama:

E' la storia di un 40enne che non riesce a fidanzarsi, che passa di donna in donna, sembra che nessuna gli resista, ma senza un rapporto minimamente stabile e soprattutto che superi i pochi giorni. Giacomo Bonetti è bravo nel lavoro, con le donne e soprattutto nell'evitare accuratamente ogni sorta d'impegno affettivo e sentimentale. La sua vita cambia quando incontra una ragazza su un tram, un'apparizione improvvisa in mezzo ai passeggeri, uno scambio di sguardi, una bellezza sfuggente che divengono presto una vera e propria ossessione. La incontra tutte le mattine andando a lavorare sul trenta barrato che attraversa la città. Ma si può amare una donna di cui non si conosce nemmeno il nome?


Commento (di BettyBoy): 

A voler dare ascolto a tutta la cinematografia più recente in termini di 'commedia sentimentale' una persona, uomo o donna che sia, veramente convinta di voler vivere una vita libera senza viconli sentimentali non dovrebbe mai professare pubblicamente quanto è più interessante e semplice la vita avendo varie frequentazioni di letto. Come nelle più classica delle leggi karmiche la pronuncia di tali parole, che sottintende il più classico dei complessi nel gestire l'intimità ('intimacy issue' come direbbero gli americani), non fanno altro che attirare inevitabilmente nella vita del protagonista quella persona in grado di frantumare l'assetto goliardico che l'infantile di turno si è dato tanto pena di costruire durante la sua vita. 


Tutti i manuali new age degli ultimi 20 anni ce lo hanno espresso in tutte le salse, tutta l'energia che impieghi a nasconderti da ciò che ti terrorizza non fa altro che attirarlo nella tua vita. E così è per il protagonista quarantenne del fortunato libro di Fabio Volo. Il film è sicuramente divertente e la cornice (NY) benchè desueta conserva sempre un fascino incontestabile. Tuttavia mi accosto sempre a questi film con la speranza, quasi sempre disillusa, che l'autore di turno si sia fatto venire qualche idea geniale e non ci ribbadisca solo quanto le relazioni affettive sono una necessità imprescindibile dell'uomo, questo lo sanno tutti coloro che hanno una maturità emotiva superiore a quella di un quadrupede. Niente, pure questa volta sono rimasta delusa. Non è un film che ti cambia la vita, al limite una serata. (by BettyBoy)





Pro.
New york I love you.


Contro.
Assetto narrativo abbastanza paraculo.






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.