SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

martedì 27 marzo 2012

Marigold Hotel – C’è sempre tempo.

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 30/03/2012
GENERE: Commedia, Drammatico
REGIA: John Madden
SCENEGGIATURA: Ol Parker
ATTORI: Bill Nighy, Maggie Smith, Tom Wilkinson, Judi Dench, Dev Patel, Penelope Wilton, Ronald Pickup.

FOTOGRAFIA: Ben Davis
MONTAGGIO: Chris Gill
MUSICHE: Thomas Newman
PRODUZIONE: Blueprint Pictures, Fox Searchlight Pictures, Imagenation Abu Dhabi FZ
DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox
PAESE: Gran Bretagna 2012
DURATA: 118 Min
FORMATO: Colore 


Tratto dal romanzo di Deobra Moggach "These Foolish Things".


Trama: 

Un gruppo di pensionati britannici decide di recarsi in India, attirati dalla pubblicità di un albergo di lusso. Arrivati sul posto si trovano di fronte a una grossa delusione. Vivranno comunque delle esperienze che cambieranno in meglio le loro vite.


Commento:

John Madden dimostra ancora una volta di trovasi più a suo agio con il cinema in qualche modo romantico dopo il mezzo passo falso dello scorso anno con il thriller “Il Debito”.  Inno alla vita, alle passioni e all’amore di un gruppo di protagonisti splendidamente giunti alla terza età dove si esaltano le individualità di un cast stellare made in UK: Maggie Smith, Billy Nighy, Judi Dench, Tom Wilkinson e il giovanissimo Dev Patel tra i più noti al grande pubblico. Il film ha il pregio di affrontare in modo semplice ed elegante tutte le vicissitudini di un gruppo di pensionati sull'orlo della solitudine spinti dalla loro voglia di vivere ad un lungo viaggio verso la pace e la felicità dei sensi. 


Fa da sfondo a questa piacevolissima commedia la cornice deliziosa del cuore del Rajasthan (India) che con i suoi suoni e colori, atmosfere orientaleggianti, spazi verdi e palazzi tipi della cultura indiana risulta incantevolmente e affascinante. Le varie vicissitudini che si alternano tra i personaggi sono tutte affrontate con quel pizzico di malinconia figlio degli anni passati ma conditi sempre da un buonissimo humour inglese. Senza generalizzazioni eccessive e retoriche ridonanti la pellicola affronta argomenti come l’amore omosessuale in chiave terza età gestita in modo esemplare o gli improvvisi cambi di rotta dopo una vita passata insieme. Una pellicola semplice e genuinamente imperfetta che intrattiene e diverte senza troppe pretese, accende i cuori e brinda alla vita.


Pro.
Cast eccezionale.
Semplice e genuino.

Contro.
La sua semplicità è un arma a doppio taglio per i più pretenziosi in chiave sceneggiatura.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.