SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

sabato 3 novembre 2012

Io & Te – L’incapacità di comunicare nell’importanza di farlo.

Giudizio Film 
Io & Te  Lincapacit di comunicare nellimportanza di farlo.USCITA CINEMA: 25/10/2012
GENERE: Drammatico
REGIA: Bernardo Bertolucci
SCENEGGIATURA: Bernardo Bertolucci, Niccolò Ammaniti, Umberto Contarello, Francesca Marciano
ATTORI: Jacopo Olmo Antinori, Tea Falco, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono, Veronica Lazar, Tommaso Ragno.
FOTOGRAFIA: Fabio Cianchetti
MONTAGGIO: Jacopo Quadri
MUSICHE: Franco Piersanti
PRODUZIONE: Fiction Cinematografica
DISTRIBUZIONE: Medusa Film
PAESE: Italia 2012
DURATA: 97 Min
FORMATO: Colore
Sito Ufficiale





Trama:

Lorenzo, quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una vacanza chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un'intera settimana lascerà fuori dalla porta tutti i conflitti e le pressioni perché diventi un adolescente normale. Decide di vivere qualche giorno in completo isolamento, con la sola compagnia di libri horror, lattine di coca-cola, scatolette di tonno e un formicaio da guardare al posto della TV. L'imprevisto però è letteralmente alla porta. Olivia, la sorellastra quasi sconosciuta, piomba nella cantina alla ricerca di alcuni suoi oggetti e irrompe nella vita di Lorenzo rovinando i piani della sua fuga dalla realtà.

Io & Te
Commento:

Un ritorno atteso ben dieci lunghi anni, era dai tempi di “The Dreamers – I sognatori” (2003) che gli appassionati di cinema aspettavano una nuova fatica del grande Bernardo Bertolucci. Tra i più grandi autori ancora in vita del cinema di casa nostra. Presentato all'ultimo festival di Cannes il film è ispirato liberamente all’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti (presente tra gli sceneggiatori). E’ un opera di formazione, ma anche di crescita. I protagonisti del film cambiano e crescono all'interno di un percorso profondo. L’universo giovanile viene messo sotto la lente d’ingrandimento di un adolescente (Lorenzo) introverso che esplora la vita dall'ombra del suo rifugio. La sua solitudine sarà spazzata via dall'arrivo della sorellastra (Olivia), mai veramente conosciuta come nei pochi ma interminabili giorni passati insieme in una grigia cantina. Inizialmente è una difficile e sofferta convivenza.

Io & Te 2
Poco più di novanta minuti dove Lorenzo è iniziato alla scoperta di nuovi sentimenti. L’indifferenza diventa complicità, l’astio si trasforma in amore di un fratello amorevole e fedele. Lorenzo si nasconde dal mondo, Olivia cerca disperatamente di disintossicarsi. Il coraggio, l’amore, la paura e l’indifferenza si fondo nella poca luce che avvolge i due giovani attori in un contesto surreale quanto mai azzeccato come questa cantina che sembra fuori dal tempo e dalla spazio. Il dolore e la confusione di due adolescenti narrato con un tocco raro. Sarà la solitudine che li cementerà finalmente dopo anni di rancore in fratello e sorella.

Io & Te 3
La bellissima canzone “Ragazzo Solo, Ragazza sola” versione italiana di “Space Oddity” di David Bowie scritta per lui da Mogol, fa da sfondo ad uno dei momenti più intensi dell’intera opera, un abbraccio intimo pieno di profonda disperazione ma anche gioia per la vita. Un brano che sembra scritto appositamente per questo film uscito la bellezza di più di 40 anni dopo. In quella scena, in quell'abbraccio c’è tutto l’amore di Bernardo nei confronti della vita, un amplesso nei confronti del cinema, del suo pubblico dal quale si era congedato decisamente troppo presto. Ottimo il debutto dei due giovani attori, prove facilitate da personaggi che gli calzano veramente a pennello. Colonna sonora bellissima.  Una storia delicata ed elegante. Ci sei mancato Bernardo.

Io & Te 4
Pro.
  • Un ritorno delicato ed elegante.
  • Un abbraccio profondo tra pellicola e spettatore.
Contro.
  • Qualche pecca c’è ma quando la tematica è così profonda bisogna solo togliersi il capello.

Trailer Ufficiale
RaiNews: Cannes 2012. intervista a Bernardo Bertolucci






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.