SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

martedì 24 maggio 2011

Mr Beaver - Unico Amico

Giudizio Film 
USCITA CINEMA: 20/05/2011
REGIA: Jodie Foster
SCENEGGIATURA: Kyle Killen
ATTORI: Jodie Foster, Mel Gibson, Anton Yelchin, Jennifer Lawrence, Paul Hodge, Michelle Ang, Riley Thomas Stewart, Kris Arnold, John Bernhardt, Cherry Jones, Zachary Booth, Jeffrey Corbett, Baylen Thomas

FOTOGRAFIA: Hagen Bogdanski
MUSICHE: Marcelo Zarvos
PRODUZIONE: Anonymous Content
DISTRIBUZIONE: Medusa
PAESE: USA 2011
GENERE: Commedia, Drammatico
DURATA: 91 Min
FORMATO: Colore
Note: Fuori Concorso al Festival di Cannes 2011.






Trama: 

Walter Black, presidente di un'azienda di giocattoli sull'orlo dl fallimento, soffre di una grave forma di depressione. Quando la moglie lo caccia di casa, trova la marionetta di un castoro (beaver) e inizia ad animarla. Walter diventa cosi' simpaticissimo, un vero vulcano di energia e di idee. Riesce a riconciliarsi con la moglie e il figlio piccolo e a riportare l'azienda al successo. Ma presto, The Beaver, diventa troppo ingombrante e, infine anche pericoloso. 




Commento:

Terza prova dietro la macchina da presa per Jodie Foster che torna alla regia dopo 16 anni (A casa per le vacanze 1995). Protagonista della sua ultima fatica è Mel Gibson che nei difficili panni di Walter Black mostra un uomo in piena crisi esistenziale, in un film pieno di solitudine e di imperfezioni umane. Una depressione di tipo endogena che trasporterà il nostro protagonista sul orlo di un suicidio sventato solo grazie all’ingresso in scena di Mr. Beaver! Beaver è un castoro di peluche che in pochissimo tempo diverrà voce e mente del protagonista. Una scelta che inizialmente si dimostrerà azzeccata per debellare questa depressione che lo attanaglia ma ben presto farà di Mr.Beaver un vero è proprio alterego e nemesi del protagonista, un po’ come Tyler Durned in Fight Club. Temi universali in questo tragicomico film che la Foster disegna senza sbavature eccessive e limitando i luoghi comuni al minimo. Per quanto commercialmente semplice la pellicola offre una narrazione che fa della sua scorrevolezza il suo secondo punto di forza dopo l’ottimo sviluppo del protagonista principale. La Foster mette scena il suo lavoro più riuscito che si mantiene in equilibro tra il tipico prodotto hollywoodiano e il coraggio nel valorizzare una sceneggiatura interessante.


Pro.
Narrazione che fa della sua scorrevolezza il suo secondo punto di forza.
Foster mette scena il suo lavoro più riuscito .

Contro.
Si poteva osare anche di più.
Impostazione della pellicola Commerciale.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.