SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT

SITO UFFICIALE DARUMA-VIEW.IT
TI ASPETTIAMO

domenica 24 luglio 2011

Flash of Genius - Il genio dietro il tergicristallo

Giudizio Film 


FOTOGRAFIA: Dante Spinotti
MONTAGGIO: Jill Savitt
PRODUZIONE: Universal Pictures, Spyglass Entertainment, Strike Entertainment, Intermittent Productions
DISTRIBUZIONE: Universal Pictures
PAESE: USA 2008
GENERE: Drammatico
DURATA: 119 Min
FORMATO: Colore
Trama:
Ispirato ad una storia vera il film narra la storia di Robert Kearns e della sua famiglia. Ambientato nell’America degli anni sessanta, dove Robert è professore all’Università di Detroit, la pellicola ci racconta la sua rivoluzionaria invenzione, quella del tergicristallo* ad intermittenza. La famiglia Kearns (molto numerosa) potrebbe cambiare completamente vita. Peccato che dopo aver rifiutato di acquistare il prototipo, la Ford gli ruba il progetto. Contro il parere di tutti Kearn inizierà una battaglia legale contro una delle più grandi aziende automobilistiche del mondo.



Commento (del 11 Agosto 2009):

La pellicola è uscita lo scorso week-end nelle nostre sale. Sebbene l’argomento delle cause contro le multinazionali o potenze economiche è stato già trattato in molti film di successo come L'uomo della pioggia, mi sento di consigliare la visione del film anche solo per la storia narrata in esso. Non ci troviamo certo al cospetto di un capolavoro o di un film rivoluzionario, ma di certo la lotta di Kearns per ottenere giustizia e una vita migliore è ben raccontata e merita l’attenzione di chi è curioso di tutto quello che si può celare dietro un’invenzione per i nostri occhi molto banale come il tergicristallo. Come detto è un film discreto. Recitazione(manca un po’ di emotività), Regia , Fotografia, Doppiaggio nulla va oltre l’apprezzabile, ma il tutto è sorretto da una buona trama. Ideale per chi usa il cinema anche per solo sapere personale. Non sono al corrente benissimo della vera storia di Robert Kearns, quindi non so quanto essa sia stata romanzata in questo film. Ma vedere un uomo solo, battersi per i suoi diritti non può lasciare indifferente le persone creative che sperano sempre in un futuro migliore.




Pro.
Trama interessante anche se non da facile presa sul pubblico di massa.

Contro.
La recitazione manca di emotività.
L'argomento delle cause contro le multinazionali o potenze economiche è stato già trattato in molti film di successo.


                                      

Storia del Tergicristallo:

L'inventore J. H. Apjohn trovò un metodo per muovere due spazzole su e giù su un parabrezza nel 1903.

Si ritiene invece che Mary Anderson inventò il braccio di oscillazione per il tergicristallo negli Stati Uniti, in cui ha brevettato l'idea nel 1905. Essa fu vista inizialmente con diffidenza ma diventò una caratteristica standard su tutte le auto americane nel 1916.

Nell'aprile 1911 il primo brevetto inglese per i tergicristalli fu registrato da Gladstone Adams di Whitley Bay. I primi progetti per tergicristalli sono anche attribuiti a Józef Hofmann, meglio conosciuto come un pianista.

Nel 1969 appaiono sul mercato i primi tergicristalli ad intermittenza, cioè con un ritardo nell'oscillazione, ritardo che poteva essere a sua volta regolabile. Robert Kearns è ritenuto l'inventore dei tergicristalli ad intermittenza. La paternità dell'invenzione è stata ottenuta solamente dopo una dura battaglia legale con la casa automobilistica Ford (Ford Motor Company).

Nel 1970 la Saab introdusse i tergifari nella produzione.
Solo verso la fine del XX secolo fanno la loro comparsa i tergicristalli intelligenti sulla Buick Park Avenue Ultra. Successivamente anche gli altri principali produttori li hanno adottati. (fonte wikipedia)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Select Your Language

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.